Ecografia Polispecialistica

L’Ecografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell’emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore; è un esame non invasivo, privo di rischi e di effetti collaterali, non ha alcuna controindicazione, non è doloroso, né fastidioso.
Questa tecnica è utilizzata routinariamente in ambito internistico, chirurgico e radiologico. Oggi infatti tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse come TAC, risonanza magnetica, angiografia. L’ecografia è, in ogni caso, operatore-dipendente, poiché vengono richieste particolari doti di manualità e spirito di osservazione, oltre a cultura dell’immagine ed esperienza clinica.


ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO:

Serve per diagnosticare patologie a carico del fegato, cistifellea e vie biliari, pancreas, milza, reni, vescica, prostata, ovaie e utero. Può evidenziare noduli di diversa natura, anche piccoli a partire da circa 5mm. Può scoprire aneurismi dell’Aorta Addominale.

È necessario nei 3 giorni precedenti l’esame seguire una dieta povera di scorie (non mangiare frutta, verdura, formaggi, bevande gassate), assumere 2 compresse di carbone vegetale prima di colazione pranzo e cena.

In preparazione dell’esame, osservare digiuno assoluto per almeno 5 ore e bere almeno 1 litro di acqua.

(i medicinali possono essere assunti).


ECOGRAFIA PARTI MOLLI:

Utilizzata per diagnosticare Tendiniti, infiammazioni articolari (spalla, gomito, polso, ginocchio, caviglia), scoprire cisti, fibromi ecc. Non è necessaria preparazione all’esame.


ECOGRAFIA DEL COLLO:

Si tratta di un’ecografia molto vasta e complessa che comprende numerose ecografie in un unico esame, completata con una valutazione color e power Doppler che permette di valutare con esattezza la vascolarizzazione di eventuali reperti patologici. In particolare esso riunisce le seguenti esplorazioni ecografiche:

  • Ecografia delle ghiandole salivari
  • Ecografia dei vasi del collo
  • Ecografia tiroidea e delle paratiroidi
  • Ecografia dei linfonodi del collo


ECOGRAFIA MUSCOLO – SCHELETRICA:

Utilizzata per studiare le componenti muscolo-scheletriche sia nelle patologie di natura traumatica che degenerativa a carico di tutte le articolazioni. È l’unica metodica che consente inoltre una valutazione delle strutture in forma dinamica, indispensabile per una definizione ottimale della lesione.


ECOGRAFIA SCROTALE:

Serve per diagnosticare patologie a carico dello scroto dei testicoli e dell’epididimo. Molto utile per evidenziare il Varicocele. Non è necessaria preparazione all’esame.


ECOGRAFIA GINECOLOGICA E OSTETRICA:

Le due tecniche a disposizione del medico ecografista per indagare la pelvi femminile sono: l’impiego di una sonda convessa sovrapubica (transaddominale) o l’impiego di una sonda a matita transvaginale.

ECOGRAFIA GINECOLOGICA DI I° LIVELLO:

Serve per:

  • Valutare le dimensioni, la morfologia e l’ecostruttura dell’utero e delle ovaie;
  • Escludere dilatazioni tubariche;
  • Valutare la pervietà tubarica in caso di infertilità mediante l’impiego di mezzo di contrasto;
  • Escludere masse pelviche solide o cistiche di varia origine e natura;
  • Escludere versamenti liquidi nei recessi peritoneali vescico-uterino e retto-uterino;
  • Valutare il monitoraggio follicolare in cicli di stimolazione o di procreazione medico assistita.


ECOGRAFIA OSTETRICA DEL II° TRIMESTRE:

E’ la cosiddetta ecografia morfologica che viene eseguita dalla ventesima alla ventitreesima settimana di gestazione ed è, assieme all’ecografia del primo trimestre, il controllo più importante e complesso di tutta la gravidanza. Questa ecografia viene detta morfologica appunto perché è destinata a studiare la morfologia del feto per escludere, o accertare, la presenza di malformazioni. La si esegue in questo periodo specifico per due ragioni :

  • il feto è nelle migliori condizioni per essere studiato, in quanto il rapporto fra le dimensioni del feto e la quantità di liquido amniotico è ottimale;
  • dopo tale epoca la Legge non permette l’interruzione della gravidanza anche se il feto fosse affetto da gravi malformazioni.

L’ecografia morfologica prevede la valutazione delle dimensioni del feto (biometria fetale), dell’impianto e della struttura della placenta, della quantità di liquido amniotico, del collo dell’utero, ma fornisce soprattutto uno studio analitico di tutti i distretti anatomici esplorabili nel feto. L’ecografista osserva il feto con la maggiore attenzione possibile, visualizzando anche gli organi interni.


ECO-COLOR-DOPPLER VASCOLARE ARTERIOSO E VENOSO:

L’eco-color doppler vascolare è una metodica di indagine diagnostica che utilizza gli ultrasuoni (suoni ad altissima frequenza), fornendo informazioni sullo stato delle pareti dei vasi esaminati e sulla velocità del flusso sanguigno.

L’Eco-Color Doppler è un esame non invasivo, privo di rischi e di effetti collaterali; non ha alcuna controindicazione.


ECODOPPLER TSA – VASI DEL COLLO:

Serve per diagnosticare placche arteriosclerotiche che possono ostruire i vasi del collo e quindi a determinare quando eseguire un intervento chirurgico per disostruire il vaso. Le placche possono determinare Ictus cerebrale.

Sono particolarmente a rischio i soggetti con pressione del sangue alta, i diabetici, coloro che hanno alto il colesterolo, i trigliceridi, e i fumatori.

L’esame deve essere eseguito periodicamente dopo i 50 anni, specie nei soggetti a rischio.


ECODOPPLER VENOSO ARTI INFERIORI:

Serve per evidenziare varici, incontinenza delle valvole venose, la presenza all’interno delle vene di eventuali trombi e quindi a determinare la possibilità della cura con medicine o la possibilità di intervento chirurgico di Safenectomia e di asportazione dei trombi.


ECODOPPLER ARTERIOSO ARTI SUPERIORI E INFERIORI:

Serve per diagnosticare placche arteriosclerotiche che possono ostruire i vasi degli arti superiori o inferiori e quindi a determinare quando eseguire un intervento chirurgico per disostruire il vaso. Le placche possono determinare occlusione dei vasi e il paziente avverte molto dolore durante la deambulazione o durante l’uso dell’arto superiore interessato.

Sono particolarmente a rischio i soggetti con pressione del sangue alta, trigliceridi e colesterolo alti, i diabetici e i fumatori. L’esame deve essere eseguito da soggetti che presentano dolore durante la marcia o durante l’uso degli arti superiori, soggetti con i fattori di rischio suddetti.

ECODOPPLER AORTA ADDOMINALE:

E’ in grado di rilevare la presenza di placche arteriosclerotiche che possono determinare una occlusione dell’aorta (stenosi) oppure una dilatazione aortica (ANEURISMA) e quindi a determinare l’eventuale esigenza di Intervento Chirurgico di disostruzione aortica o di resezione dell’aneurisma.

ECOCARDIOGRAMMA ED ECO-COLOR-DOPPLER CARDIACO:

Per ecocardiogramma si intende lo studio morfologico delle camere cardiache e degli apparati valvolari con possibilità di valutare anomalie di movimento (detto “cinesi”) e delle dimensioni delle varie strutture cardiache.
L’ecocardiogramma transtoracico è un esame non invasivo che utilizza ultrasuoni inviati da una sonda applicata sul torace in determinate posizioni, dette “finestre acustiche”.

Viene richiesto dal cardiologo curante per chiarire la causa di un soffio, di un sintomo cardiovascolare, per studiare una malattia cardiaca nota o seguirne la progressione nel tempo; per studiare la funzione di protesi valvolari o il malfunzionamento di valvole native. Permette inoltre di chiarire la diagnosi di infarto miocardico e seguirne l’evoluzione.

L’Eco-Color-Doppler permette di valutare la velocità di flusso del sangue attraverso le strutture valvolari e quindi di verificare la funzione delle valvole native o delle protesi valvolari. Il Color-Doppler individua i flussi “colorando” la velocità di flusso e quindi dando una rappresentazione immediata a colori di flussi anomali e della loro importanza.

Specialisti

  • Dr. Ermano BOSCOLO

    Specialista in Radiologia

  • Dr. Marco SOMMAVILLA

    Specialista in Radiologia

  • Dr. Salvatore FERRARI RUFFINO

    Specialista in Chirurgia Vascolare

  • Dr.ssa Fedra GOTTARDO

    Specialista in Urologia

  • Dr. Roberto BELLU

    Specialista in Cardiologia

  • Dr.ssa Manuela MIORELLI

    Specialista in Cardiologia

  • Dr. Majid VALIZADEH

    Specialista in Cardiologia

  • Dr. Pierluigi BILATO

    Specialista in Ostetricia e Ginecologia