Malattie della Unghie
Le unghie hanno svariati tipi di malattie, di solito non gravi, ma spesso rivelatrici di qualche malfunzionamento dell'organismo.

Se l'anomalia è visibile solo su qualche unghia, il problema è limitato.

Se invece si presenta su tutte le unghie, è probabile il malfunzionamento in qualche parte del corpo.

Le malattie delle unghie si presentano molto spesso sotto forma di alterazione del colore.

Quando le unghie tendono a diventare gialle (xantonichia) siamo in presenza di onicomicosi (attacco di funghi e batteri che sfaldano la lamina dell'unghia), onicodistrofie e psoriasi.

A volte l'ingiallimento delle unghie è provocato dall'uso di smalti di scarsa qualità o da malattie dell'apparato respiratorio.
La melanonichia (unghie bruneo o nere) è causata da onicomicosi o da semplici ematomi, più raramente da nei o melanomi. Se le unghie tendono a diventare bianche (leuconichia) il problema potrebbe essere dovuto a infezione da lieviti o dalla malattia di Terry, che può essere sintomatica di malattie del sangue o di cirrosi epatica. Anche le unghie bluastre (onichocyanosi) indicano un problema sanguigno: di solito infatti rivelano disfunzioni all'apparato circolatorio. Quelle verdi, invece, sono di solito provocate da infezioni batteriche o micotiche.

L'anemia è una delle cause più frequenti della malattia dell'unghia: in presenza di questa malattia le unghie possono essere fragili, "a cucchiaio" (sono scavate al centro), solcate da striature orizzontali (le "linee di Beau") o a macchie bianche sparse.

Se il paziente è affetto da malattie della pelle quali la psoriasi e l'alopecia, tutte le unghie sono "a ditale", cioè bucherellate, o "a grotta", un notevole ispessimento dell'estremità dell'unghia con tendenza a crescere verso l'alto. Se questa malformazione si crea nei piedi, può essere semplicemente sintomo di scarpe troppo strette alla punta o, in casi più preoccupanti, di problemi alla tiroide.

Fra le malattie delle unghie tipiche dei piedi ci sono l'onicogrifosi e le unghie a pinza, che compaiono soprattutto sull'alluce. La prima è un'ingrossamento dell'unghia, che si incurva diventando molto dolorosa. È tipica delle persone anziane ed è un segno dell'artrosi. L'unghia a pinza è l'incurvamento laterale degli ispessimenti dell'unghia.
L'unghia incarnita è invece molto dolorosa e si infetta facilmente. Di solito scarpe troppo strette facilitano lo sviluppo dell'unghia incarnita.

Anche la carenza di cure o di trattamenti sbagliati causano problemi ungueali: l'uso eccessivo di detersivi, limature eccessive e sovraesposizioni al freddo possono sfaldare le unghie e indebolirle notevolmente.

Le unghie delle mani hanno bisogno di cure e attenzione, perché sono soggette a molte malattie, che spesso sono un sintomo di patologie più grandi che investono una parte dell'organismo. Ciò si verifica se un sintomo coinvolge contemporaneamente tutte le unghie.

Avere tutte le unghie bianche e con striature orizzontali o scavate al centro, per esempio, è un segnale di anemia.

Le malattie delle unghie delle mani sono molte e diversificate.

L'onicomicosi è l'attacco di funghi e batteri: in questo caso le unghie assumono un colore giallastro o verde, a volte con striature marroni, e sono sfaldate. I problemi circolatori sono invece segnalati dalla presenza di unghie tendenti al blu.

Le unghie fragili possono invece segnalare una carenza di ferro o l'utilizzo di solventi e detersivi troppo aggressivi.
Se l'organismo è affetto da psoriasi o l'alopecia, le unghie si presentano bucherellate ("a ditale") o rialzate nella parte centrale ("a grotta").
Le unghie "a vetrino di orologio" segnalano un deficit cardiaco, un problema polmonare o un disturbo a livello di digestione. Le unghie sono molto incurvate (come il vetro di un orologio, appunto) e coprono tutta la parte anteriore dei polpastrelli.

Mentre le malattie appena descritte sono comuni a tutte le unghie, comprese quelle dei piedi, alcune patologie sono caratteristiche soltanto delle unghie delle mani.
Una delle tipiche malattie delle unghie delle mani, in particolare dei pollici, è l'onicodistrofia canicolare mediana. È una malattia per cui non esistono cure, ma spesso si assorbe autonomamente senza provocare grossi disturbi. I sintomi sono la presenza di una fessurazione da cui si diramano ondulazioni oblique.

La patologia più diffusa è sicuramente l'onicofagia. Questa malattia dal nome un pò spaventoso non è altro che il vizio di mangiarsi le unghie. Circa il 5% degli italiani ne soffre, quasi tutti compresi fra i 10 e i 18 anni. Nella maggior parte dei casi è dovuto a cause nervose: stress, ansia, timidezza. Nei bambini più piccoli può manifestare bisogno di attenzione (come nel caso della nascita di un fratellino).

È molto difficile perdere il vizio di mangiarsi le unghie. A volte il vizio sparisce naturalmente con l'età, mentre a volte sono necessari dei provvedimenti. Solitamente viene applicata sulle unghie una soluzione che appare sgradevole di sapore, come lo smalto al peperoncino o l'olio dell'albero del the.

Le malattie delle unghie dei piedi possono essere generiche o specifiche.

Le generiche sono quelle che possono manifestarsi in qualsiasi unghia, anche in quelle delle mani.

Quelle specifiche sono invece caratteristiche di una o più unghie dei piedi.

Le malattie specifiche delle unghie dei piedi sono l'onicogrifosi, l'unghia a pinza e l'onichauxi.

L'onicogrifosi è una malattia che coinvolge in prevalenza l'alluce. Chi è affetto da questa patologia ha l'unghia più spessa del normale, dal colore giallastro tendente al marrone, dalle dimensioni spropositate e tendente a incurvarsi a uncino, tanto che spesso diventa difficile calzare le scarpe e camminare.

L'onicogrifosi è frequente soprattutto negli anziani con ossa dei piedi deviate. Questa malattia non ha cure; l'unica soluzione è asportare l'unghia malata, in modo da evitare la ricrescita.
L'onichauxi consiste nella crescita eccessiva e spropositata dell'unghia sia in lunghezza che in spessore. Può essere provocata da lesioni e può essere ridotta con limature continue e attente.
L'unghia a pinza è molto dolorosa. Come le precedenti, si manifesta con un ispessimento dell'unghia; in più, però, i lati di questo ispessimento tendono a incurvarsi, conficcandosi nella pelle circostante l'unghia o nel letto unguenale, stringendoli proprio come una pinza. La cura è abbastanza lunga e comporta l'applicazione di una linguetta metallica sull'unghia incurvata per sollevarla.

Le malattie di tipo generico, se presenti su tutte le unghie contemporaneamente, rivelano di solito un problema che si estende al di là delle sole unghie. Tutte le unghie malate sono il sintomo di un problema nell'organismo.

Molto frequenti sono le micosi (funghi e batteri). Non è una specifica malattia dell'unghia del piede, perché anche quelle della mano possono esserne colpite. Le unghie dei piedi sono però molto soggette a questo tipo di patologia, venendo a contatto con molti tipi di germi e batteri ed essendo disinfettate meno frequentemente rispetto alle mani.

I sintomi sono arrossamento della pelle laterale e ingiallimento delle unghie per i funghi; giradito, ingiallimento e secrezioni purulente se l'unghia è attaccata da batteri. Per curare questa malattia si usano di solito disinfettanti e antibatterici.

Altre malattie generiche delle unghie dei piedi sono le malattie della pelle, che provocano piccoli buchi sulle unghie (unghie a ditale) o ingrossamento delle lamine cheratinose al centro dell'unghia (unghie a grotta).

L'anemia rende invece le unghie fragili, scavate al centro per carenza di cheratina (unghie a grotta), a macchie bianche.

© 2012 Bissuola Medica s.r.l - P.IVA: 03859620274 | Autorizzazione all'esercizio n.2009/102212 del 09 marzo 2009| Designed by JackV